Fool

fool

“Amanuense!” gridò il corvo.

C’è sempre un dannato corvo.

 

Annunci

Mr. Paradise

Tardo pomeriggio, Kelly e Chloe prendevano l’aperitivo, sedute per conto loro in fondo alla sala del Rattlesnake Club. Chloe chiedeva a Kelly di aiutarla con Anthony Paradiso, un tipo di ottanquattro anni, Chloe prendeva cinquemila a settimana per farlo divertire.mr. paradise

I girovaghi

i girovaghi

ll 21 marzo 1979 il giorno ebbe inizio prima dell’alba, quando al risveglio maestro Gu trovò la moglie che singhiozzava sommessamente contro la coperta. Era un giorno dell’equivalenza, o almeno così lo aveva considerato maestro Gu le numerose volte in cui aveva riflettuto su quella data, l’equinozio di primavera, e quel pensiero si riaffacciò: la vita della loro figlia avrebbe avuto fine proprio quel giorno, in cui non prevaleva né il sole né la sua ombra.

Grazie per il fuoco

grazie per il fuoco

A Broadway, all’altezza della 113ma strada, non solo si parla uno spagnolo nasale e contaminato; si potrebbe anche dire che si pensa, si cammina e si mangia alla spagnola. Cartelli e insegne, che qualche isolato prima annunciavano ancora Groceries & Delicatessen, si sono trasformati qui in Croseìas y Delicadezas. I cinema non annunciano, come quelli della 42ma strada, film di Marlon Brando, Kim Novak e Paul Newmann, ma espongono grandi manifesti con le figure di Pedro Armendàriz, Maria Félix, Cantinflas o Carmen Sevilla.

Gang Bang

Uno ha passato il pomeriggio al buffet con indosso solo i boxer, leccando la polverina arancione dealle patatine gusto barbecue. Vicino a lui, un altro pescava nella salsina di cipolla leccandola direttamente dal dorito. Lo stesso dorito fradicio, cucchiaiata dopo cucchiaiata. La genta si inventa un milione di modi per pisciare attorno a quello che considera di sua proprietà.

Lettera al padre

Carissimo padre,
di recente mi hai domandato perché mai sostengo di avere paura di te. Come al solito, non ho saputo risponderti niente, in parte proprio per la paura che ho di te, in parte perché questa paura si fonda su una quantità tale di dettagli che parlando non saprei coordinarli neppure passabilmente. E se anche tento di risponderti per iscritto, il mio tentativo sarà necessariamente assai incompleto, sia perché anche nello scrivere mi sono d’ostacolo la paura che ho di te e le sue conseguenze, sia perché la vastità del materiale supera di gran lunga la mia memoria e il mio intelletto.